Progetti

Il FABLAB Reggio Calabria collabora con Fondazione Mondo Digitale nel progetto pilota Women in Technology (acronimo WIT) dedicato a 150 studentesse di Campania, Calabria e Sicilia, per prevenire il fenomeno dei Neet e creare nuove opportunità di lavoro. Il progetto è sostenuto da Costa Crociere Foundation.

L'obiettivo del progetto biennale (giugno 2016 - maggio 2018) è favorire l'ingresso delle ragazze nel mondo del lavoro supportando i loro progetti imprenditoriali nel settore delle tecnologie. La fase pilota del progetto è dedicata a tre istituti di istruzione secondaria superiore e fornisce un servizio di accoglienza, bilancio competenze, formazione specifica nella redazione di business plan, mentoring nello sviluppo del progetto. Le attività sono svolte usando il metodo sviluppato dalla Fondazione e ampiamente testato che combina hard e soft skill: la trasmissione di competenze tecniche e il sostegno nello sviluppo di competenze per la vita (imprenditorialità, leadership, problem solving).

Le le fasi del progetto

  • messa in rete di realtà geograficamente distanti che hanno affrontato le stesse emergenze attraverso soluzioni e approcci diversi.
  • coinvolgimento di insegnanti e studentesse con un programma didattico che comprende hard skill e competenze trasversali, relazionali e del carattere.
  • approccio che stimola e sostiene l'impegno dei giovani nell'elaborazione di progetti di innovazione e nella ricerca di fondi (crowdfunding)

Le azioni

  • Formazione per docenti “La combinazione di hard e soft skill”: una strategia per l'accesso al mondo del lavoro. Il programma formativo è innovativo ed è stato appositamente progettato per trasmettere la comprensione di concetti legati alle sfide personali e globali del mondo odierno: dai cambiamenti sociali ai rapidi progressi della scienza, dalla tecnologia ai nuovi modelli organizzativi, dalle abilità per la vita al problem solving. Il programma affronta argomenti centrali nello sviluppo del carattere, come l’educazione per la vita, la consapevolezza di sé e il riconoscimento del talento.
  • Formazione per studenti “Un viaggio attraverso la risoluzione dei problemi e lo sviluppo del progetto”. L'obiettivo del modulo formativo è rafforzare e approfondire la conoscenza generale del concetto di problem solving, attivando nelle partecipanti il desiderio di identificare, affrontare e trovare soluzioni ai problemi della propria vita e delle comunità. Il programma formativo e gli interventi sono realizzati in modalità blended (formazione in loco e a distanza attraverso l’ambiente digitale phyrtual.org
  • Elaborazioni di progetti: i giovani e lo sviluppo di progetti micro-imprenditoriali. Attraverso l’approccio learning by doing, le studentesse sono invitate a usare le conoscenze acquisite nella formulazione di una propria idea imprenditoriale nel settore tecnologico e ICT. Identificando una o più problemi da risolvere sono accompagnate nella definizione del piano di sviluppo della propria idea imprenditoriale o di innovazione sociale con chiara descrizione degli obiettivi, dei risultati, dell’approccio strategico ecc.
  • La Palestra dell’Innovazione. La formazione non si svolge solo nelle scuole, ma anche nella Palestra dell’Innovazione.
  • Il networking e l’incubazione di idee. Le migliori idee “imprenditoriali” sviluppate vengono presentate dalla FMD al proprio network composto da aziende e istituzioni. Le ragazze possono così entrare in contatto con il mondo del lavoro “reale” e ricevere suggerimenti su realizzabilità e scalabilità della propria idea. 
  • Crowdfunding. I migliori progetti vengono promossi attraverso la piattaforma phyrtual.org per l'innovazione sociale e hanno la possibilità di essere finanziati dai sostenitori. Phyrtual.org aiuta le partecipanti a entrare in contatto con possibili stakeholder (aziende private, enti pubblici ecc) al fine di verificare il loro interesse a contribuire alla realizzazione degli obiettivi che si sono prefissate con i loro progetti.

fonte MONDO DIGITALE