Esperienze

Il 14 OTTOBRE 2017 il FABLAB Reggio Calabria incontra il Liceo VINCI nella settimana EUROPEA del coding #CodeEU. Il CODE WEEK festeggia il suo 5° anno con una grande crescita di numeri che ha visto ad oggi più di 22.000 presenze in tutto il mondo di cui più di 14.000 in Italia!

aula magna

Circa 200 i ragazzi presenti, accompagnati dai loro docenti, si sono avvicinati al pensiero computazionale tramite la programmazione a blocchi e all'utilizzo di ARDUINO interfacciato ad alcuni sensori di diversa natura (fotosensibili, igrometrici etc). Molte le domande e le curiosità snocciolate lungo il percorso durato per più di 3 ore nell'AULA MAGNA scolastica.

scheda arduino VINCI

Particolrmente gradito l'intervento della DIRIGENTE SCOLASTICA dott.ssa PRINCI che ha focalizzato  il suo intervento sull'importanza di essere al passo coi tempi per poter avere una finestra aperta sul mondo del lavoro e all'iniziativa che la nostra associazione sta portando nelle scuole sviluppandola in maniera piacevole ed intuitiva per i discenti.

platea vinci

A Reggio Calabria il 9  giugno del 2017, presso l'Istituto tecnico economico Raffaele Piria, guidato dal dirigente scolastico Ugo Neri, si è svolta l'ultima tappa del "pitch tour" che coinvolge le studentesse protagoniste del progetto Women in Technology, sostenuto da Costa Crociere Foundation, e dalla fondazione Mondo Digitale con cui il Fablab Reggio Calabria ha collaborato in qualità di “facilitatore” sulla prototipazione e presentazione delle idee in ambito ad applicazioni per android, ios e windows e prototipizazzione di oggetti per viaggiatori.

La sfida coinvolge dieci team guidati da Cecilia Lalatta Costerbosa, startupper e coach della Palestra dell'Innovazione, con il supporto della responsabile del progetto Cecilia Stajano, coordinatrice dell'area Innovazione della scuola per la Fondazione Mondo Digitale.

giuria

In questa fase il Fablab Reggio Calabria con l'Ing. Emanuele Marino, dott. Saverio Asciutto e il coordinamento dell'arch. Maurizio Marrara si mettono a disposizione dei team, con le proprie competenze, per affinare la presentazione da mostarre alla giuria e individuare punti di forza e di debolezza delle idee proposte. Si rimane piacevolmente sorpresi dalle idee e dalla novità che possono scaturire dalle ragazze nell'ambito delle esigenze di un viaggiatore che ha sempre più bisogno di essere smart e allo stesso tempo però avere le comodità necessarie per viaggiare al meglio.

La prospettiva del Fablab Reggio Calabria è quella di continuare a supportare i progetti che sono stati selezionati da una giuria e che riceveranno in premio un piccolo contributo per avviare la realizzazione di un prototipo ma allo stesso modo, il Fablab mette a disposizione le proprie risorse a tutti i team che, realmente motivati ed interessati, vorranno proseguire la realizzazione della loro idea.

Il WIT a Reggio Calabria altro non è che un momento formativo molto forte per i ragazzi che per la prima volta si affacciano nel mondo del lavoro e che in questo modo, con il supporto della Costa Crociere Foundation, dalla fondazione Mondo Digitale e del Fablab Reggio Calabria, possono sperimentare dinamiche nuove per imprenditorializzare un prodotto da “vendere” nel mercato globale.

Si è conclusa l’Alternanza Scuola Lavoro presso i locali dell'APS Fablab Reggio Calabria, con la scuola superiore Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Linguistico “Tommaso Gullì”.
Il percorso concordato con la scuola ha visto la partecipazione di diciotto allievi del quarto anno provenienti da diverse sezioni. Gli Allievi dopo un esser stati introdotti nel mondo della fabbricazione digitale e del movimento maker e dopo aver intuito le potenzialità di questo mondo, da parte dell'ingegnere Emanuele Marino, hanno proseguito i lavori con un work shop incentrato sul concetto del passaggio “dall’idea alla realizzazione dell’oggetto” attraverso la presentazione della stampa 3d, del software di modellazione indispensabile per la creazione degli oggetti a cura dell'architetto Maurizio Marrara, che si è poi trasformato in una esercitazione pratica di disegno per tutti gli allievi.

Infine nei locali del laboratorio del FABLAB Reggio Calabria, attraverso l’utilizzo della stampante 3d, si è passati alla realizzazione pratica dei progetti disegnati, facendo vivere in prima persona tutte le fasi di lavorazione per capirne meglio le funzionalità. L'attività è proseguita con una simulazione di lavori di gruppo che prevedevano la realizzazione di un prototipo per studiarne i punti di forza e di debolezza, al fine di far scaturire un idea di marketing per un eventuale commercializzazione. Interessantissimo il progetto di un gruppo di giovani che hanno presentato un prototipo basato su una simil-scarpa che potesse essere utilizzato dai bambini per poter insegnare loro ad allacciarsi le scarpe in maniera facile e attraverso la didattica pedagogica. L'esperienza si è conclusa con un grande entusiasmo da parte di tutti gli allievi sia per la realizzazione dei loro progetti sia del prototipo realizzato dai gruppi ma soprattutto per l'esperienza acquisita sui processi reali che la fabbricazione digitale mette a disposizione di tutti.

stampa progetto 

L’Alternanza Scuola Lavoro operata presso il LICEO SCIENTIFICO ALESSANDRO VOLTA è stata una esperienza interessante e coinvolgente. I ragazzi si sono appassionati da subito ed hanno mantenuto alta l’attenzione fino alla fine del percorso formativo.

fablab gruppi

Sia la parte svolta presso i laboratori del LICEO che quella svolta presso i nostri è stata ricca di interventi puntuali e precisi da parte dei ragazzi e dei docenti. I ragazzi hanno appreso i principi della modellazione 3D attraverso dei software open source, e dei software con licenza studenti gratuita.

 

fase di stampa

Hanno imparato, attraverso l’utilizzo di materiale facilmente reperibile su internet, a costruire una stampante 3D tramite il principio dell' “imparo facendo”.

La stampante così costruita è poi servita a realizzare fisicamente ciò che prima era solo una idea. Quindi il passaggio dall’idea al oggetto.

Si sono realizzati i portachiavi con il logo della scuola in diversi colori. E partendo poi dall’idea dei numeri trascendentali si è cercato di realizzare 3 lampade con diverse funzionalità. Che potessero essere inserite sul mercato creando degli spot pubblicitari.

 

 

 

portachiavi

progetto lampada

stampa conchiglia

Page 1 of 2